POP

Alvaro Soler porta in tour una ventata di… eterno agosto

Dopo il successo dell’estate con “El Mismo Sol” e la vittoria al Coca Cola Summer Festival, Alvaro Soler arriva all’Orion di Ciampino (Roma), seconda tappa italiana del suo tour, provando a confermarsi con il suo primo disco “Eterno Agosto“. Un album dai ritmi latini e caraibici alternati a sonorità più mitteleuropee, complice anche la sua origine paterna tedesca. Sarà lui il nuovo Enrique Iglesias?

Non vogliamo fare il gioco dei paragoni con quello o quell’altro cantante, ogni artista ha il suo modo di essere: Alvaro Soler, forse si deve ancora costruire come personaggio, è solo al suo primo disco, però le premesse sono di tutto rispetto.

Con il singolo “El Mismo Sol“, ha scalato le classifiche di mezza Europa arrivando a dominare l’estate musicale in Italia, Francia, Svizzera, Spagna, Germania, Austria e Belgio.
Ha già messo in bacheca il Premio RTL – Canzone dell’estate 2015, quattro dischi di platino e quel che più conta un duetto con Jennifer Lopez che gli ha aperto le porte del mercato discografico americano (e questo significa anche ai “Latin Grammy Awards“), con una versione ‘spanglish‘ a doppia voce di “El Mismo Sol” uscita lo scorso agosto.

Chissà se reggerà il confronto con altre star della Latin Music come Ricky Martin o Enrique Iglesias, fatto sta che comunque vada, per Alvaro Soler questo 2015 è stato davvero l’anno di grazia.

Nellla cornice dell’Orion di Ciampino, Alvaro Soler forse si è sentito un po’ più a casa: “Ho la città di Roma nel cuore” – ha detto ai suoi fan romani, in uno stentato, ma comprensibile italiano – “il ricordo di questa città è quello del premio vinto al Coca Cola Summer Festival, in quella grande piazza di Roma, davanti a tutta quella gente, la scorsa estate. Mi sembrava un sogno, ma era tutto vero“.

La scaletta del concerto ha visto l’esecuzione di tutte le tracce contenute nel suo album di debutto “Eterno Agosto“, più degli inediti, uno dei quali “Venero“, brano interessante dal sapore caraibico, un mambo leggero, intriso con elementi di salsa e raggaeton; molto orecchiabile e divertente.

Il concerto si è aperto proprio con il singolo che da il titolo al suo primo disco “Eterno Agosto“, riproposto anche nel bis finale. Così come la sera prima ai Magazzini Generali di Milano, la scaletta  del concerto ha visto Alvaro Soler eseguire brani come: “Esta noche“, “Volar“, “Si No Tiengo a Ti“, “Mi Corazon“, “Esperandòte“,  gli inediti “Venero” e “Qué Pasa?“, prima di introdurre il suo più grande successo “El Mismo Sol” con una premessa: “Ho scritto questa canzone ispirandomi ai miei viaggi in giro per il mondo, non avrei mai creduto che grazie a questa canzone avrei ancora dovuto girare il mondo. Venire qui, un giorno, dove credevo che nessuno conoscesse né me e né la mia musica…

Arrivano poi in sequenza “La Vida Seguirà” e “Lucia” una canzone fuori un po’ dai suoi canoni, un classico brano lento, una ballad, che è una canzone d’amore, ma non dedicata alla sua ragazza (che alla domanda chiesta a gran voce da alcune fan, sul fatto se  ne avesse una, risponde molto furbescamente “non lo so“), bensì a sua sorella Paola. Il nome nel titolo è diventato “Lucia” perché “musicalmente suonava meglio“, ha spiegato lo stesso Alvaro.

I brani seguenti “Cuando Volveras” e “Tiengo Un Sentimento“, vanno a chiudere la prima parte del concerto, e dopo una brevissima uscita dal palco, rientra per il primo dei due bis, con “El Camino“, altro inedito, del concerto, non compreso nel disco e quindi “Taro“, brano dedicato al suo cane, che come spiega “era da tempo malato, seppi della sua morte, da una telefonata di mio padre, mentre mi trovavo in viaggio tra Berlino e Barcellona. Fu un momento triste per me, gli ero molto affezionato“. Tanto affezionato da dedicargli una canzone, bella e molto intensa, caratterizzata da una lunga e coinvolgente coda strumentale nel finale.
L’ultimo bis, chiude il concerto così come era cominciato, appunto con “Eterno Agosto“.

In questo tour italiano, Alvaro Soler ha calcato il palco dei Magazzini Generali di Milano lo scorso 14 ottobre, quello dell’Orion Club di Ciampino (Roma) il 15 ottobre, e stasera (16 ottobre, ndr) calcherà quello del Vox Club di Nonantola, in provincia di Modena.

Galleria fotografica a cura di Mariano Trissati

Sull'autore

Daniele Crescenzi

Ideatore e creatore del progetto Roma Suona Bene.
Appassionato di Musica e Fotografia. Scrive su Roma Suona Bene e Zeta Emme - Zona Musica

Scrivi un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi