“Blue & Lonesome”, i Rolling Stones tornano al blues

Il 2016 si conferma “annus mirabilis” per i Rolling Stones. Dopo il concerto-evento di Cuba, il 2 dicembre uscirà “Blue & Lonesome“, un album composto da dodici tracce di cover blues, registrate in tre giorni e senza sovraincisioni. Il nuovo disco della band sarà anche il primo album che Mick Jagger e soci registrano in studio da oltre una decade: l’ultimo fu “A Bigger Bang“, pubblicato nel 2005

Era già da un po’ che i ben informati parlavano di un nuovo disco dei Rolling Stones. Voci che sono diventate certezze negli ultimi giorni quando Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts e Ronnie Wood hanno cominciato a seminare indizi sempre più concreti con la “solita” lingua – marchio di fabbrica – virata per l’occasione al blu sulle pagine dei loro social.

Il blues è facile da suonare ma è difficile da provare“, questo (più o meno in base alle fonti dell’epoca) è quanto affermava Jimi Hendrix, e i Rolling Stones il rispetto per la storia lo sentono per ovvi motivi. L’album “Blue & Lonesome” in un certo senso è anche un omaggio al fondatore della band Brian Jones, che amava ripetere agli amici che loro non erano un inutile gruppetto rock’n’roll… loro facevano blues.

L’album “Blue & Lonesome” conterrà cover blues interpretate in chiave Stones, è il primo undici anni dopo “A Bigger Bang” del 2005: fra i brani saranno presenti i grandi capolavori di artisti del calibro di Chester Arthur Burnett in arte Howlin’ Wolf e Jimmy Reed, mentre il primo estratto “Just Your Fool” è una canzone originariamente suonata da Buddy Johnson. Il disco è stato registrato in soli tre giorni ai British Grove Studios a West London. Ospite speciale, in due delle dodici tracce che lo compongono anche Eric Clapton.

Qualche mese fa, in un’intervista al network BBC, il chitarrista Ronnie Wood aveva confermato le indiscrezioni attorno al nuovo lavoro: “Non abbiamo perso tempo a provare i brani. Abbiamo semplicemente preso una canzone che fosse adatta all’armonica di Mick o a un riff di chitarra e ha funzionato piuttosto bene“.

Nel frattempo, Mick Jagger e soci saranno impegnati, assieme ad altri mostri sacri del rock, dal 9 ottobre saranno, nell’incredibile doppio weekend del Desert Trip, un festival strutturato come il Coachella, ma con un sapore decisamente diverso, più vissuto. Una line-up con band e artisti del calibro dei: Rolling Stones, Bob Dylan, Paul McCartney, Neil Young, Roger Waters e The Who.

L’album “Blue & Lonesome” sarà in vendita dal 2 dicembre 2016 su Amazon (qui) e su iTunes (qui) nei formati: CD, digitale, doppio vinile e una deluxe edition con CD, mini-book da 75 pagine sul making of dell’album e alcune cartoline della band. Adesso c’è chi dirà che produrre un disco di cover è sinonimo di anemia creativa, ma anche chi risponderà che il bisogno di tornare alle origini si poteva materializzare solo suonando un disco di classici come hanno fatto i Rolling Stones.

Qui di seguito la tracklist completa di “Blue & Lonesome“:
1. Just Your Fool (Originariamente scritta e registrata nel 1960 da Little Walter)
2. Commit A Crime (Originariamente scritta e registrata nel 1966 da Howlin’ Wolf – Chester Burnett)
3. Blue & Lonesome (Originariamente scritta e registrata nel 1959 da Little Walter)
4. All Of Your Love (Originariamente scritta e registrata nel 1967 da Magic Sam – Samuel Maghett)
5. I Gotta Go (Originariamente scritta e registrata nel 1955 da Little Walter)
6. Everybody Knows About My Good Thing (Originariamente registrata nel 1971 da Little Johnny Taylor, composta da Miles Grayson & Lermon Horton) feat. Eric Clapton
7. Ride ‘Em On Down (Originariamente scritta e registrata nel 1955 da Eddie Taylor)
8. Hate To See You Go (Originariamente scritta e registrata nel 1955 da Little Walter)
9. Hoo Doo Blues (Originariamente registrata nel 1958 da Lightnin’ Slim, composta da Otis Hicks & Jerry West) feat. Jim Keltner
10. Little Rain (Originariamente registrata nel 1957 da Jimmy Reed, composta da Ewart.G.Abner Jr. e Jimmy Reed)
11. Just Like I Treat You (Originariamente scritta da Willie Dixon e registrata da Howlin’ Wolf nel 1961)
12. I Can’t Quit You Baby (Originariamente scritta da Willie Dixon e registrata da Otis Rush nel 1956) feat. Eric Clapton

Sull'autore

Mariano Trissati

Ideatore e creatore del progetto Zeta Emme - Zona Musica.
Appassionato di Fotografia, Musica e Sport (Pallavolo).
Scrivo su Zeta Emme - Zona Musica, Roma Suona Bene e BarEden
Le mie foto sono visibili anche su Flickr e 500px

Scrivi un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi