Marina Rei torna sul palco per il “Pareidolia Tour”

All’Auditorium Parco della Musica grande rock e forti emozioni per una serata davvero entusiasmante, che segna il ritorno alla grande di una vera tigre della musica italiana

Il Teatro Studio Gianni Borgna dell’Auditorium ha fatto da scena per la tappa romana del tour di “Pareidolia” l’ultimo lavoro discografico di Marina Rei. Un album dove  predomina la batteria e il forte senso del ritmo dall’indole rock ma con alcune importanti deviazioni sonore. Marina Rei torna a vestire i panni della batterista, ed è proprio lei a suonare e cantare contemporaneamente la batteria per i primi tre brani del concerto, ritornando così alle sue origini. L’assenza del palco, lei e la band che suonano allo stesso livello del pubblico, hanno creato un’atmosfera davvero intima, quasi riservata, diretta come poche: molte sono state le occasioni di avere un contatto maggiore e più vero col pubblico venendo avanti in un paio di occasioni. Bellissimo il momento quando, arriva in scena Vincenzo “Enzo” Restuccia, uno dei più grandi batteristi italiani di tutti i tempi (ha suonato  in molti dischi entrati nella storia della nostra musica leggera, con nomi quali Sergio Endrigo, Fabrizio De André, Angelo Branduardi, Claudio Baglioni, ma soprattutto con il grande Maestro Ennio Morricone e la sua orchestra), che è anche il papà di Marina.

Marina è figlia d’arte ed ha appreso la passione per la batteria e la musica in generale proprio grazie a papà Enzo. Ogni volta che lui l’accompagna è sempre un bel momento e Marina non riesce a trattenere le lacrime agli occhi. Suonare con il papà è sempre l’esperienza più bella per lei ed anche in questo caso si è trattato del momento più bello ed emozionante di tutto il concerto romano, quest’importante ritorno davanti al pubblico di casa. Sicuramente da quello che abbiamo potuto sentire durante il concerto il nuovo album è molto interessante: Marina è ancora una vera tigre, dotata di una voce straordinaria che in questo disco si esalta grazie alla forte tinta rock dei brani frementi ed intensi a cominciare proprio dal pezzo di lancio dell’album “Lasciarti Andare” che da un po’ sta facendo il giro delle radio nazionali.

Nella sua città natale, Marina Rei ha trovato il grande pubblico caloroso ed affezionato, in grado di regalarle emozioni incredibili, e lei non ha potuto fare a meno di ringraziare di cuore, con vera commozione, le persone che sono giunte ad acclamarla, dimostrandole un affetto immutato nel tempo.

Galleria Fotografica a cura di Massimo Rendina

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sull'autore

Sonia Perilli

Collaboratrice di Zeta Emme - Zona Musica e Roma Suona Bene

Scrivi un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi