San Valentino, Anthony Vincent interpreta 20 canzoni d’amore in 20 stili diversi

Diventato celebre con la cover di Dark Horse di Katy Perry, Anthony Vincent voce dei Ten Second Songs ha reinterpretato a suo modo venti tra i più celebri brani d’amore cantati con venti stili diversi. Un video destinato a diventare virale

Avete presente quel vostro amico in grado di imitare tutte le voci dei vostri attori e cantanti preferiti? Quello che conosce i più famosi dialoghi dei film e ve li ripropone con diverse inflessioni, snocciolandoli a memoria? Ecco, questa è l’impressione che si ha ascoltando Anthony Vincent – sul suo canale Youtube.
Anthony è di sicuro un talento in grado di presentare una serie incredibile di stili canori diversi racchiudendoli all’interno di una sola canzone.

Grazie a questa idea, semplice e vincente, è ormai diventato una stella di Youtube: sceglie un brano di punta di un determinato periodo e lo reinterpreta alla maniera di cantanti e stili differenti, spaziando dal classico Elvis Presley fino ai sovracuti dei Judas Priest e attraversando rap, r&b, punk, swing, tutti nel giro della durata della canzone prescelta.

Proprio in occasione della festa degli innamorati ha pubblicato sul suo canale YouTube una nuova performance, che vi proponiamo nell’articolo: “Venti tra i più celebri brani d’amore cantati con venti stili diversi”. È così che un brano come “Somebody to love” dei Queen diventa un pezzo rap di 2Pac; la delicatezza di “The Way You Look Tonight” di Frank Sinatra scivola nell’heavy metal dei Metallica e Whitney Houston si ritrova a cantare “We’re in This Together” di Nine Inch Nails. Il tutto attraverso l’unica voce di Anthony Vincent.

Quindi perché scegliere un solo brano per il giorno più romantico dell’anno, quando se ne possono avere ben venti?

Sull'autore

Mariano Trissati

Ideatore e creatore del progetto Zeta Emme - Zona Musica.
Appassionato di Fotografia, Musica e Sport (Pallavolo).
Scrivo su Zeta Emme - Zona Musica, Roma Suona Bene e BarEden
Le mie foto sono visibili anche su Flickr e 500px

Scrivi un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi