Steve Hackett, cresce l’attesa per il nuovo disco e il tour

A meno di un mese all’arrivo in Italia di Steve Hackett i fan dell’ex-chitarrista dei Genesis sono in trepidante attesa. La tournée che toccherà l’Italia per quattro date sarà anche l’occasione per ascoltare dal vivo alcuni brani del nuovo lavoro “The Night Siren”, insieme ai classici e le gemme più rare dell’ampio repertorio Genesis e solista

Steve Hackett, è uno dei musicisti più innovativi sulla scena internazionale, e torna ad esibirsi dal vivo in Italia con la sua band, dopo i successi e i sold out dei tour del 2014 e 2015 e i concerti acustici in esclusiva italiana del 2016. Il nuovo tour italiano partirà il 29 marzo da Torino (Teatro Colosseo) e toccherà Legnano (Teatro Galleria) il 30 marzo, Schio (Teatro Astra) il 31 marzo, e si concluderà a Roma (Auditorium Conciliazione) il 1 aprile.

Durante la sua tournée, non mancherà di riproporre in scaletta i classici della sua lunga carriera nei Genesis (tra cui “Musical Box“, “The Steppes“, “Serpentine“, “Everyday“, “Firth of Fifth“) e gemme rare, che lo stesso Steve Hackett non esegue da quarant’anni, come “Inside Out” e “One for the Vine“.

Oltre ai classici, ci sarà la possibilità di ascoltare dal vivo anche i brani e le nuove sonorità dell’ultimo album “The Night Siren“, una sorta di sveglia per una maggiore unità, il canto di una sirena in questa era di conflitti e divisioni. All’interno della sua nuova produzione, infatti, trovano spazio interpreti israeliani e palestinesi, statunitensi e iracheni, e un’ampia gamma di suoni e influenze da diverse parti del mondo: dal Perù all’India, passando per le terre dei degli antichi Celti.
Insomma, un ulteriore approccio eclettico musicale che contraddistingue Steve Hackett, e mostra come persone, anche provenienti da paesi divisi, possano ritrovarsi unite.

In questa sua nuova tournée Steve Hackett sarà accompagnato sul palco da un team di musicisti di altissimo livello: alle tastiere Roger King (Gary Moore, The Mute Gods), alla batteria, percussioni e voce Gary O’Toole (Kylie Minogue, Chrissie Hynde), al sax, flauto e percussioni Rob Townsend (Bill Bruford), al basso e sticks Nick Beggs  (Kajagoogoo, Steven Wilson, Mute Gods) e alla voce Nad Sylvan (Agents of Mercy).

Una carriera, come quella di Steve Hackett, che attraversa quattro decenni di storia del rock, e che lo ha portato a pubblicare ben sette album con i Genesis, una trentina da solista ed uno con il super gruppo GTR (insieme con Steve Howe).
Steve Hackett è un musicista che continua a percorrere i sentieri della creatività musicale senza sosta, ed i suoi concerti sono un appuntamento con la musica più autentica e vera… da non perdere.

Il nuovo album “The Night Siren” di Steve Hackett sarà in vendita dal 24 marzo su CD e Vinile su Amazon (qui) e in digital download su iTunes (qui).

Queste le date del tour italiano di Steve Hackett:
– 29 marzo – Torino – Teatro Colosseo
– 30 marzo – Legnano (MI) – Teatro Galleria
– 31 marzo – Schio (VI) – Teatro Astra
– 1 aprile – Roma – Auditorium Conciliazione
Biglietti in vendita su TicketOne e presso tutte le rivendite autorizzate. Info tour su HackettSongs (qui).

Sull'autore

Daniele Crescenzi

Ideatore e creatore del progetto Roma Suona Bene.
Appassionato di Musica e Fotografia. Scrive su Roma Suona Bene e Zeta Emme - Zona Musica

Scrivi un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi