Pordenone Blues Festival, una line-up stellare per la ventisettesima edizione

Si terrà dal 2 al 7 luglio nel capoluogo friulano la ventisettesima edizione del Pordenone Blues Festival, che porterà nell’arco di una settimana nomi di spessore internazionale sotto lo slogan “Innamoratevi del nostro territorio”

Il Pordenone Blues Festival è oramai una consolidata e splendida realtà nazionale ed internazionale che richiama ogni anno migliaia di persone (oltre 45.000 le presenze stimate nel 2017) provenienti da tutta Europa, attratte dai suoni e dalle atmosfere intramontabili del blues e dalle molteplici iniziative parallele organizzate sul territorio.

Tanti anni di attività e una ricaduta turistica ormai consolidata per la rassegna pordenonese, e che nel luglio del 2016 vide esibirsi sul palco della cittadina friulana la Bey Paule Band assieme a Stan Mosley, Theo Huff, Frank Bey, Nancy Wright, Derrick Martin e alle Sweet Nectar, in quello che fu il prologo del Porretta Soul Festival nello stesso anno.

Quest’anno il festival presenta una line-up di assoluto prestigio, che conta le esibizioni uniche in Italia di numerose star della musica internazionale. Ad inaugurare la manifestazione, e ad aprire la rassegna “Estate a Pordenone 2018“, organizzata dal Comune di Pordenone, saranno i Sweet Soul Music Revue, una delle band più travolgenti e divertenti del panorama soul mondiale, che si esibiranno il 2 luglio in Piazza XX Settembre con un omaggio ai giganti della black soul music americana. Giovedì 5 luglio il Parco di San Valentino ospiterà l’inconfondibile e caldissima voce di Anastacia, a Pordenone per presentare il suo ultimo progetto discografico, “Evolution”. Mentre ad aprire il suo concerto sarà la Roosevelt Collier Band, col suo imperdibile potente mix di gospel, blues e rock. Protagonista della serata di venerdì 6 luglio la leggenda Glenn Hughes, voce dei Deep Purple in diversi album e conosciuto da milioni di fan come “The Voice of Rock”, che porterà in scena nella cornice del Parco di San Valentino il suo spettacolo “Classic Deep Purple Live”. Ad aprire lo spettacolo di Glenn Hughes saranno i Dr. Feelgood, band britannica che ha fatto la storia del rhythm and blues e Eric Gales, talentuoso e sorprendente chitarrista statunitense. Tre grandi concerti per l’evento di chiusura della rassegna, in programma sabato 7 luglio: sul palco del Parco di San Valentino approderanno, infatti, i Level 42 con Mark King e i loro indimenticabili successi, l’ultima voce del soul Lee Fields e il nuovo “King of The Blues” Watermelon Slim.

La vera novità della ventisettesima edizione sarà il Pordenone Music Garden: un nuovo contenitore, un percorso formativo interamente dedicato alla musica e ai musicisti, tra laboratori, camp e incontri con personaggi del firmamento blues. Il Pordenone Music Garden sarà soprattutto una vera e propria fiera della musica nel cuore di Pordenone, ed anche un concorso per musicisti italiani ed europei appassionati di blues in tutte le sue declinazioni.

Tutte le informazioni e il programma dettagliato della manifestazione sul sito ufficiale (qui).
L’illustrazione che accompagna questa edizione del Festival è un’opera dell’artista pordenonese Giulio Iurissevich.

Questo l’intero calendario della manifestazione:

PORDENONE BLUES FESTIVAL 2018
– 2 Luglio: SWEET SOUL MUSIC REVUE (evento gratuito), Piazza XX Settembre
– 3 Luglio: IX EUROPEAN BLUES MUSIC CONTEST – FINALE (evento gratuito), Piazza XX Settembre
– 4 Luglio: BLUES ON THE ROAD (evento gratuito)
– 5 Luglio: ANASTACIA + ROOSEVELT COLLIER BAND, Parco di San Valentino
– 6 Luglio: GLENN HUGHES “CLASSIC DEEP PURPLE LIVE” + DR. FEELGOOD + ERIC GALES, Parco di San Valentino
– 7 Luglio: LEVEL 42 + LEE FIELDS & THE EXPRESSIONS + WATERMELON SLIM + GUESTS, Parco di San Valentino

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.