Greta Van Fleet, la band più chiacchierata del momento arriva in Italia

Due date italiane, la prima il 24 febbraio a Milano e la seconda il 10 luglio a Bologna, per i Greta Van Fleet, giovane rock band statunitense che in poco tempo è riuscita a conquistare una grande notorietà internazionale

È bastato solamente un album “Anthem Of The Peaceful Army“, il primo, per far si che i Greta Van Fleet diventassero in poco tempo la band più chiacchierata ed in voga del momento, capaci di dividere a metà la critica e di lasciare il pubblico di appassionati del rock di tutto il mondo perplesso, tra chi li considera una band che sta facendo rinascere il rock e la musica in generale, e chi invece pensa che siano quattro ragazzotti che vogliono solo fare il passo più lungo della gamba.

La loro storia è piuttosto semplice, anche troppo: tre fratelli di Frankenmuth, nello stato del Michigan, Joshua, Jacob e Samuel Kiszka appassionati di musica e del rock anni ’70, particolarmente influenzati dallo stile dei Led Zeppelin, decidono di mettere insieme un gruppo. Coinvolgono dapprima un loro amico batterista Kyle Hauck, poi dopo l’abbandono di quest’ultimo lo rimpiazzano con un altro loro amico, Daniel Wagner.

L’aneddoto legato alla nascita del loro nome ha un risvolto assai curioso. La signora Gretna (con la n) Van Fleet vive da oltre 50 anni a Frankenmuth, nel Michigan. È amica di uno dei nonni dell’ex batterista della band (Kyle Hauck), che una volta pronunciò il suo nome agli amici dicendo: “Devo andare a tagliare la legna per Gretna Van Fleet“. Gli altri trovarono che il nome fosse adatto alla band che stavano per far nascere (senza la «n» per essere più facile da dire), e così da quel giorno nacquero i Greta Van Fleet.
Nel maggio scorso la signora Van Fleet venne invitata dalla band ad un loro concerto al Fillmore di Detroit avendo l’opportunità di vedere il gruppo rock da lei involontariamente battezzato. (qui i ringraziamenti della band sul loro profilo Instagram)

Ciò che ha scatenato il baillamme intorno ai Greta Van Fleet è stato il loro stile musicale: dall’uscita del loro primo singolo “Highway Tune” che, nel gennaio 2016, fu utilizzato nella serie televisiva Shameless, si capì sin da subito di aver a che fare con qualcosa di insolito.

Qualcuno pensò addirittura di paragonarli ai leggendari Led Zeppelin, definendoli i “Led Zeppelin del nuovo millennio”. Alcune star del rock come: Slash, Joe Satriani e Alice Cooper li stimano e li considerano il futuro della musica rock, e altri come Elton John si sono spinti addirittura a volerli come ospiti nei loro concerti.
Jason Bonham, figlio del compianto batterista degli Zeppelin John Bonham rimane molto più dubbioso e pensa che le persone dovrebbero apprezzarli per quello che sono e non paragonarli agli Zeppelin. Fatto sta che in breve tempo i Greta Van Fleet sono riusciti a conquistare un’importante fetta di mercato, venendo visti come la nuova grande speranza del rock.

Il loro primo album, “Anthem of the Peaceful Army”, sta riscuotendo un notevole successo in tutto il mondo, forte di pezzi come “When The Curtain Falls”, già una hit del gruppo americano, “The Cold Wind” un brano che richiama particolarmente lo stile che fu caro agli Zeppelin, e la bellissima ballata acustica “You’re The One”, dove per scrollarsi di dosso l’etichetta di band clone dei Led Zeppelin, i Greta Van Fleet cercano di proporre un sound un po’ più “moderno” e soprattutto più americano, rispetto al resto dell’album troppo “british” per una band del Michigan.

I Greta Van Fleet, dopo l’uscita di “Anthem of the Peaceful Army hanno annunciato un tour mondiale che toccherà l’Italia per ben due date: all’Alcatraz di Milano il 24 febbraio, già sold-out, e a Bologna all’Arena Parco Nord il 10 luglio per il Bologna Sonic Park, un festival che li vedrà tra gli headliner insieme a Slipknot, Skunk Anansie e Weezer.

Tutte le date del tour mondiale dei Greta Van Fleet sono disponibili sul sito ufficiale della band. (qui)

L’album “Anthem of the Peaceful Army” dei Greta Van Fleet è disponibile in CD o Vinile su Amazon (clicca qui per acquistare il prodotto), in digital download su iTunes (qui) o in streaming sulle maggiori piattaforme, quali: Amazon Music Unlimited (clicca qui per accedere al servizio) e Apple Music.

Sull'autore

Daniele Crescenzi

Ideatore e creatore del progetto Roma Suona Bene. Giornalista pubblicista iscritto dal 2005. Appassionato di Musica e Fotografia. Scrive su Roma Suona Bene, Zeta Emme - Zona Musica e Agenzia Eventi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: